Le Migliori Olive da Tavola d’Italia: scopriamole insieme


Se la passione per il buon cibo ti guida alla ricerca delle migliori olive da tavola sul mercato, sei nel posto giusto!

La nostra guida alle migliori olive da tavola d’Italia ti condurrà attraverso una selezione delle varietà più pregiare provenienti dalle rinomate regioni olivicole italiane.

Le Migliori Olive da Tavola d’Italia:

Alla terza edizione dell’Ercole Olivario – sezione Olive da Tavola a Perugia, sono stati premiati i migliori produttori di olive da tavola in Italia. L’evento, ideato con l’obiettivo di valorizzare il comparto delle olive da mensa, ha celebrato gli otto vincitori che hanno eccelso nelle diverse categorie, contribuendo al miglioramento della qualità del prodotto e all’affermazione delle tipicità legate alle tradizioni olivicole territoriali.

Esploriamo insieme le migliori produzioni divise per categorie:

Le Migliori Olive da Tavola d’Italia: Categoria Olive al Naturale – Fermentate al Naturale:

1. Società Agricola Cataldo Antonio (Calabria) – Olive Carolea condite e lavorate secondo il metodo greco.

2. Società Agricola Fratelli Pinna (Sardegna) – Olive Bosana in salamoia.

3. Azienda Terre Salentine (Puglia) – Olive Cellina di Nardò “Nonna Lena”.

Le Migliori Olive da Tavola d’Italia: Categoria Olive al Naturale – Disidratate/Raggrinzite:

1. Azienda OILIVIS srl (Puglia) – Olive Leccino.

2. Azienda Quattrociocchi Americo (Lazio) – Olive verdi Itrana raggrinzite in olio evo.

Le Migliori Olive da Tavola d’Italia: Categoria Olive Conciate – Metodo Castelvetrano:

Azienda Agricola Centonze Antonio (Sicilia) – Olive Nocellara del Belice.

Le Migliori Olive da Tavola d’Italia: Categoria Olive Conciate – Metodo Sivigliano:

1.Olivicola Casolana (Abruzzo) – Olive Intosso.

2. Azienda Agricola Capuano Ss (Puglia) – Olive Bella di Cerignola.

Migliori olive da Tavola

Olivicola Casolana: Vittoria della Tradizione


La nostra recente vittoria del concorso Ercole Olivario con le nostre olive Intosso in salamoia sottolinea il nostro impegno verso l’eccellenza, l’innovazione e la promozione delle tradizioni locali. Questa vittoria consecutiva negli ultimi tre anni testimonia l’indiscussa qualità delle olive Intosso e il nostro impegno continuo verso l’eredità agricola abruzzese.

Da queste parti 𝑙𝑎 𝑙𝑖𝑣𝑎 𝑐𝑢𝑟𝑎𝑡𝑒 è tradizione,​ ma oggi questa è un’attività sempre meno diffusa e si continua a produrre per uso familiare. Non la si considera più un’attività da reddito.​ Negli anni, infatti, alla fatica della sua produzione e l’incertezza del raccolto si è aggiunta la competizione di cultivar più produttive e economiche, prima italiane, poi spagnole e greche. ​E inevitabilmente, col tempo, si è assistito a un lento e silenzioso abbandono della produzione dell’intosso da mensa. ​

Noi de l’Olivicola Casolana siamo fieri di portare avanti questa tradizione.​ Ancora oggi raccogliamo l’intosso da mensa come si faceva una volta e lo lavoriamo con orgoglio per farlo conoscere in tutta Italia. Abbiamo scelto di non cadere vittime di un’economia che ci costringe a essere più veloci, più efficienti e ad abbandonare tutto ciò che non produce.​

​È faticoso? Sì. È difficile? Certo. Ma è nostra responsabilità conservare le eccellenze del nostro territorio. ​

​Questo è il nostro modo per ringraziare la nostra terra. ​Una terra che ci ha dato tanto. ​Una terra fatta di eredità contadine non sempre scritte, ma ricche e complesse. ​

Ringraziamo l’Ercole Olivario per aver riconosciuto il valore delle nostre olive Intosso e per aver celebrato la ricchezza delle tradizioni abruzzesi.

There are no comments yet.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *